Banner di INNrete

Legalizzazione firme (ex UPICA) - CCIAA di Ascoli Piceno

Men¨ di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Ascoli Piceno

[Stampa]

Legalizzazione firme (ex UPICA)

E' una particolare procedura che consente di fare operazioni di import-export verso alcuni Paesi - specialmente quelli dell'area araba, ma anche Argentina e Venezuela - i quali possono chiedere che i documenti rilasciati e/o vistati dalla Camera di Commercio (certificati di origine, fatture e altri documenti commerciali, dichiarazioni) vengano sottoposti anche a una preliminare vidimazione del Consolato, in Italia, del Paese estero di destinazione delle merci.
In questi casi la Camera di Commercio árilascia un ulteriore visto che consiste nella legalizzazione della firma apposta sui predetti documenti dal funzionario camerale delegato. Tale leagalizzazione Ŕ effettuata, áa seguito del trasferimento delle competenze degli Uffici Provinciali Industria Commercio e Arigianato alle Camere di Commercio (Legge n.15 del 4 gennaio 1968 e Decreto Ministeriale del 12 luglio 2000), da funzionari camerali abilitati.

Consultare l'indice Comunicazioni Export per accedere alle informazioni, agli aggiornamenti ed approfondimenti che riguardano anche la legalizzazione ex Upica.


Cosa fare per ottenerla.
Per ottenere visti di legalizzazione ex Upica, occorre presentare i documenti (nel numero di copie richiesto) giÓ vistati o da vistare con l'attestazione di conformitÓ della firma del titolare o di un legale rappresentanteádell'impresa, all'ufficio áCommercio Estero presso la sede camerale di Ascoli Piceno.
La legalizzazione ex Upica sui certificati di origine non richiede nessuna firma aggiuntiva del titolare o legale rapresentante oltre a quelle apposteáásulla richiesta di rilascio (foglio rosa formulario).


Costi
Visto di legalizzazione (ex Upica) 3,00 Euro per ogni copia.

á

Servizio informativo
Servizi Amministrativi

tel. 0736 279.236-242
e-mail commercio.estero@ap.camcom.it

á

 

Data di redazione: 16/6/2016

 

[Stampa]